Falso!

In assenza di patologie specifiche è consigliabile non consumare cibi senza glutine per non privarsi dei nutrienti in essi contenuti e per non restringere le nostre scelte alimentari senza un valido motivo.
La diffusa opinione che mangiare cibi senza glutine sia più salutare nasce dall’errata convinzione che questi faciliterebbero a perdere peso.
In assenza di diagnosi di celiachia, privarsi di cibi contenenti glutine non è consigliato, perché questi sono principali fonti di carboidrati complessi, minerali, vitamine, proteine e fibre alimentari.
I prodotti gluten-free sono addizionati di grassi e sono più calorici del corrispondente alimento contenente glutine ed hanno un più alto indice glicemico che provoca un minor effetto saziante. Inoltre questi prodotti hanno spesso un minore contenuto di fibre, sali minerali e vitamine.
In conclusione, l’eliminazione dei cereali contenenti glutine e l’utilizzo dei prodotti gluten-free dovrebbe essere rigorosamente ristretta a tutte le persone con diagnosi di celiachia: in questo caso la dieta diventa una vera e propria cura ed evita l’insorgenza di manifestazioni anche gravi.
Per tutti gli altri, la privazione del glutine non solo è una scelta immotivata, ma anche controproducente a livello di calorie e nutrienti assunti.

Dr. DEL POETA Franco

Dr. DEL POETA Franco

Dietista

“Dott. Del Poeta Franco. Dietista ed Esperto in nutrizione sportiva. Ha studiato presso l’Università degli Studi di Siena – CdL in Dietistica e presso Sanis – Scuola di Nutrizione e Integrazione Sportiva. Iscritto ad ANDID, Associazione Nazionale Dietisti”